A voce alta: “Il dormiente di pietra” di Mak Dizdar

Per la lettura #avocealta di oggi vi accompagno in Bosnia ed Erzegovina, a Sarajevo, città di Mak Dizdar, il “Dante bosniaco”, che nel 1966 pubblicò la prima edizione di un maestoso poema comunitario: Il dormiente di pietra, da cui è tratta la poesia che vi leggo, “Scritto sul tempo”.

“Diario di Zlata”

Un documento importante, lo sguardo di una bambina sull’assedio di Sarajevo: il “Diario di Zlata” di Zlata Filipović, la cronaca della vita in una città bombardata e perseguitata dai cecchini.

http://www.chronicalibri.it/2013/08/diario-di-zlata-lo-sguardo-di-una-bambina-su-sarajevo/